Schiacciata Pugi Firenze

La schiacciata del Pugi

Ai fiorentini toglietegli tutto tranne il David di Michelangelo e la schiacciata del Pugi!

Non esiste un fiorentino che si rispetti che non conosca la schiacciata del forno Pugi o quanto meno che non l’abbia mai assaggiata in vita sua.

Il Pugi apre nel 1925.

Nel ’51 con la scomparsa del padre, il Sig. Marcello appena diciannovenne entra a lavorare al forno, inizialmente insieme al fratello, per continuare a mandare avanti l’attività. Il forno da allora ne ha passate di avventure, una tra queste durante la seconda Guerra Mondiale, quando i tedeschi in ritirata centrarono con una cannonata l’appartamento posto al piano di sopra del forno, fortunatamente senza distruggere tutta la palazzina e senza che ci fossero vittime.

Forno Pugi Firenze

Marcello con due storiche dipendenti
Il Sig. Marcello e due delle super dipendenti Antonella ed Elisabetta.

La ricetta della schiacciata nacque intorno agli anni 70 e col tempo modificata e perfezionata fino ad arrivare a quella che oggi è una bontà assoluta, non a caso è la schiacciata più famosa di Firenze!

Io ho un ricordo d’infanzia ben nitido legato al Pugi, di me e di mio fratello ai tempi delle elementari/medie di quando per merenda andavamo a prendere la schiacciata ordinandone £1.000 a testa. Il mio timore era sempre quello di sentirmi dire dalla fornaia che mille lire non sarebbero bastate, ma non successe mai, anzi, ricordo ancora oggi quanta felicità fosse uscire da quel forno con quella striscia di schiacciata in mano, che ovviamente finiva ancora prima di rientrare a casa.

forno Pugi Firenze

Per me il Pugi è un’istituzione, è tradizione, è un riaprire i cassetti della memoria, sarà forse perché il locale è rimasto invariato da quando ero piccola e mi piace che sia rimasto così,  a stare lì dentro si respira profumo di pane e di storia.

Oltre alla schiacciata Classica e Rustica ci sono tantissimi altri prodotti di eccellenza, come la schiacciata con l’uva, i coccoli fritti, le focacce farcite e le pizze (margherita, napoli e funghi porcini), la schiacciata alla fiorentina con e senza panna, poi ancora le frittelle e i cenci durante il carnevale, nonché una vasta varietà di pane e prodotti di pasticceria, non avete già con l’acquolina in bocca?

prodotti forno Pugi Firenze

Un consiglio? Se una sera non avete voglia di cucinare andate dal Pugi e ordinate un paio di “pizze margherita da sciogliere”, bastano due minuti in forno, tanto per far fondere la mozzarella e la cena è pronta.

Dove trovarlo? A  Firenze in zona Campo di Marte.

FORNO PUGI Viale Edmondo De Amicis,  49/51R  – 50137 Firenze – Telefono: 055 669666

aperto dal lunedì al sabato con orario mattina: 08:00/13:30 – pomeriggio: 16:30/20:30

Pizza da sciogliere forno Pugi
Schiacciata rustica del Pugi Firenze

Schiacciata forno Pugi

Schiacciata del Pugi

Photos: Gaia Roscilde © Forchette Rotanti

pasta Rummo #SaveRummo

#PastaDay + #SaveRummo

MOOD OF THE DAY

Domenica, divano, TV accesa, canovaccio al posto del tovagliolo e padella in mano!

IT’S THE #PASTADAY

E quale miglior modo per festeggiare il #PASTADAY se non quello di usare una confezione di Pasta Rummo per appoggiare la campagna di solidarietà #SAVERUMMO dopo il nubifragio del 14-15 Ottobre a Benevento.

Pasta Day

SAVE RUMMO

INGREDIENTI x2 :

  • 1 cipollotto di Tropea
  • 600g Passata di pomarola 
  • 300g di rigatino (quello toscano, quello bello pepato)
  • 80g di olive nere denocciolate
  • Olio extra vergine q.b.
  • 500g di pasta (è domenica, la dieta inizia lunedì, sfondatevi!)

PREPARAZIONE

Tagliate il Rigatino a striscioline o cubetti e con un po’ di acqua fatelo sciogliere nella padella per alcuni minuti fino a che l’acqua non sarà evaporata, aggiungete un po’ di olio e la cipolla tagliata grossolanamente.
Una volta soffritta la cipolla e il rigatino sarà diventato più croccante, aggiungere le olive nere e la passata di pomodoro, fate cuocere per alcuni minuti.
Scolate gli spaghetti al dente e saltateli in padella, aggiungete 3,4 foglie di basilico e se vi piace pepe e peperoncino.

Parmigiano reggiano o pecorino a pioggia e la forchetta non avrà mai ruotato tanto facilmente come questa domenica!

Enjoy!

Al Fornelli: Myself

Photos: Gaia Roscilde © Forchette Rotanti

pesto di rucola

Il pesto di rucola

Alzi la mano chi ha voglia di cucinare oggi! Con questi caldi poi… Ecco una variante del classico pranzo estivo “Bresaola Rucola e Parmigiano”. La Rucola, amarognola quanto basta per farmela rimanere sulle scatole, tendo sempre ad evitarla come la peste, ma lo sperimento del pesto di rucola devo dire la trasforma totalmente in qualcosa di speciale e […]

Caffè dipendente

L’unica cosa che può farmi affrontare questo lunedì è solo e soltanto un buon caffè! Giornataccia per chi come me oggi invecchia di un anno. Inizio a sentire il fiato sul collo dei 40…aiuto!!! Meglio non pensarci!!! Dicevamo….il caffè. Vorrei potervi dare dei consigli sul come fare un buon caffè con la moka, ma a casa […]

Tiramisù copertina

Il tiramisù

Ogni volta fare il Tiramisù è come accettare una grande sfida. Si dice che io abbia la “fama” di riuscire a fare una crema di mascarpone estremamente cremosa! Premesso che è uno dei miei dolci preferiti, immaginate la faccia che feci quando anni fa, a casa di amici, mi ritrovai una ciotolina con una sbobba liquefatta […]

pizza integrale

La pizza integrale

Ho iniziato da poco ad apprezzare le farine integrali o meglio, ho iniziato ad interessarmene quando, superati i 30 (anni non chili), il mio corpo ha deciso di trasformarsi in quello di qualcun’altro, peccato che questo qualcun’altro non assomigli a Cindy Crawford. I chili di troppo sono davvero una spada di Damocle piantata su pe i’capo e […]